In Italia i primi 10 casi di trapianto cellulare autologo per l’eliminazione delle macchie di vitiligine.
La tecnica francese, messa a punto a Bordeaux dal medico Gauthier, e’ stata presentata oggi a Roma dagli specialisti del San Gallicano di Roma all’87esimo congresso della societa’ italiana i dermatologia (Sidemast).

Spiega Giovanni Leone, responsabile del servizio di fototerapia e del centro di cura per la vitiligine del San Gallicano: ”Si tratta di una sospensione di cellule di melanociti e cheratinociti, prelevate da un lembo molto piccolo di pelle sana non affetta dalla malattia. Queste cellule vengono ricavate in laboratorio dalla sezione cutanea e reiniettate con una siringa dotata di un ago speciale nelle zone prive di melanina. Le nuove cellule attecchiscono e restituiscono il colore alla pelle nel giro di 3 mesi, dopo averle stimolate con diverse sedute di fototerapia.

Tutti i pazienti sono stati operati questo anno ed e’ la prima volta che la tecnica viene praticata in Italia ma anche i risultati internazionali ne confermano il successo. Le zone trattate nel nostro ospedale sono quelle del viso, del collo e del tronco. Attualmente la stiamo sperimentando anche sulle mani, l’area piu’ difficile da trattare e piu’ resistente”.

Il nuovo trapianto cellulare e’ indicato solo nei casi di vitiligine stabile e di estensione limitata ad una singola zona del corpo e l’intervento e’ a pagamento.

Per qualsiasi info non esitate a contattarci

Telefono

06 4542 0901


346 314 0144

E-mail

info@fototerapia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *